venerdì 23 settembre 2011

Casarecce al pesto di basilico con fiori di zucchina e gamberi

Anche se fa ancora caldo e ci sono dei momenti di afa insopportabile si può dire che ormai l’estate è finita. Ce ne accorgiamo quando giriamo per  i mercati e vediamo  che fanno capolino sui banchi delle bellissime zucche,  funghi porcini, uva e altre delizie che la natura continuerà ad offrirci. Con questa premessa non ho intenzione di postarvi una ricetta autunnale, ma vi voglio offrire un piatto ancora estivo; sul mio balcone è ancora estate perché c’è un bellissimo basilico che ho piantato all’ inizio di settembre e che è cresciuto ancora più rigoglioso rispetto a quello primaverile. Solo a vederlo e sentire il suo profumo mi ispira le ricette che subito preparo. 
Ho trovato  dal mio ortolano di fiducia dei freschissimi fiori di zucchina (di cui non ho la foto) che hanno arricchito la mia ricetta che questa sera ha davvero deliziato il mio goloso maritino.



Ingredienti

250g di casarecce
100g di gamberi
15 fiori di zucchina
Pesto di basilico
50g di Provolone del monaco
Olio evo
Cipolla e aglio

Metto l’acqua a bollire e lascio cuocere le casarecce. Nel frattempo, a parte, soffriggo nell’olio a fuoco dolce poca cipolla tritata  finemente e una puntina di aglio, verso i gamberi, lascio rosolare brevemente e poi aggiungo i fiori di zucchina tritati, metto il coperchio e dopo 2/3 minuti spengo il fuoco. Scolate le casarecce aggiungo il sugo di gamberi, il pesto di basilico(che io preparo a occhio con basilico, pinoli, olio e sale) e il provolone del monaco grattugiato sui fori larghi.


giovedì 15 settembre 2011

Polpette di tacchino e salsiccia



Questa sera mi sono trovata, insolitamente per me, abituata a pianificare tutto, in quella situazione in cui rincasi tardi e non hai nulla da mettere sotto i denti.
Io che non uso cibi in scatola, se non un po’ di tonno o del mais; io che non uso comprare surgelati, eccetto piselli o, sporadicamente, minestrone; avendo in casa solo due uova e avendo tanta voglia di offrire ai miei cari qualcosa di decente e che mettesse tutti d’accordo, ho allungato gli occhi nel freezer con la speranza di trovare qualcosa di avanzato e da me congelato in tempi di opulenza e ho trovato soltanto tre fettine di fesa di tacchino. Troppo poche per cinque bocche da sfamare e poi la solita cotoletta ha ormai stancato i miei tre pargoli. Cosa faccio? Infilo la testa in frigo e trovo un bel pezzo di salsiccia casareccia cotta al sugo e avanzata dal pranzo di mezzogiorno.
Ecco l’idea: visto che loro non sono ancora stanchi di polpette, polpettine e polpettoni unisco tutto quello che sono riuscita a trovare insieme a qualche altro ingrediente e preparo delle crocchette. 



Ingredienti

300g di fesa di tacchino
100g di salsiccia già cotta
2 uova
1 fetta di pane raffermo
1 patata grande
50g di parmigiano
Prezzemolo
Sale
Pangrattato
Olio di girasole

Metto a lessare la patata ridotta a tocchetti con un po’ di sale. Taglio a pezzetti la fesa e la salsiccia, aggiungo il pane ammollato, le uova, il sale, il parmigiano, il prezzemolo e infine la patata raffreddata sotto l’acqua corrente. Amalgamo il composto e lo verso nel Kenwood riducendo tutto a un impasto omogeneo. Formo delle crocchette e le passo nel pangrattato e infine le friggo fino a dorarle. Le servo accompagnandole con un insalata e spruzzandole di limone.


domenica 4 settembre 2011

BENVENUTI

Un cordiale benvenuto a tutti coloro che ,per caso o per curiosità,entrano per la prima volta nel mio blog.Comincio questa mia avventura, da molto tempo sognata,senza pretese di successo,ma solo per condividere una mia passione comune a tanti altri.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...