domenica 25 marzo 2018

The afternoon tea


Quando la vita ti costringe a prendere altre strade che ti portano lontano da quelle che per anni erano abitudini consolidate e appuntamenti ricorrenti, e quando si innesca un processo di accettazione di quello che sembrava uno stravolgimento della routine, ti accorgi all'improvviso che ci sono dei punti fermi che mai puoi abbandonare lungo la strada del cambiamento: prenderti cura dei figli, ricordarti dei tuoi cari, ritornare in posti dove c'è un pezzo del tuo cuore.
Tra questi punti fermi c'è anche l'Mtc e con esso il mio blog. Una dimensione, un luogo del cuore dove, come un diario, posso ritrovare me stessa, il mio IO più profondo.
Pensavo di lasciare l'Mtc, pensavo di fermarmi con il blog... ma mi sbagliavo perché qui c'è un grande pezzo del mio cuore.
La presa di coscienza è arrivata con la vittoria di Valeria, - l'autrice di Murzillo Saporito che con la sfida n. 71 dell'Mtc ci ha proposto The Afternoon Tea - che mi ha fatto fermare e innescare in me una presa di coscienza della mia scelta che stavo per fare.
Valeria è una di quelle persone che mi riportano agli albori del mio blog. Una di quelle prime che seguivo e che mi permettevano di affacciarmi su questa realtà, una delle due (l'altra è Francesca) che mi hanno fatto conoscere e amare l'Mtc.
Quindi rieccomi.

Per quanto riguarda il servizio da tè, non ho tirato fuori quello della nonna (made in England) nè quello della suocera (veramente carino, in fine porcellana bavarese) , ma ho preferito il mio, modesto e semplice ma che io amo tanto e che rientra nei miei usi ordinari, in quanto io amo il tè quanto il caffè: entrambi li gusto in purezza senza aggiungere nulla.

Le mie proposte sono davvero essenziali, degne di un tè molto frugale: questo per farvi capire quanto poco tempo ormai abbia a disposizione
Chi mi conosce da anni sa che la maggioranza degli ingredienti sarebbero stati frutto di autoproduzione, soprattutto per i sandwich: avrei fatto io il pane in cassetta, la cheese cream e la maionese: bhè questa in effetti l'ho fatta io, ma qualche giorno fai e mi mancano le foto per spiegarvi il procedimento.



Il Tea
Ho scelto il tè darjeeling che è tra i miei preferiti. Un tè nero pregiato, proveniente dall'India, con aromi tra il fruttato e floreale.
Ho preriscaldato la teiera, ho versato 1 cucchiaino di tè  e poi una tazza di acqua a persona. L'acqua solitamente uso quella in bottiglia, riscaldandola fino quasi a l'ebollizione. Ho lasciato in infusione per tre minuti circa e ho poi versato nelle tazze. Solitamente non uso aggiungere nulla: latte, zucchero e limone li servo solo se chiesti dall'ospite.


Lemon Drizzle Cake di Mary Berry

Ingredienti
180g di farina
150 g di zucchero
1 cucchiaino di lievito per dolci
buccia grattugiata di 3 limoni
150 g di burro
3 uova
4 cucchiai di latte

In una ciotola versare la farina, lo zucchero, il lievito e la buccia di limone; miscelare e aggiungere il burro fuso e raffreddato, le uova e il latte.
Amalgamare e versare in uno stampo imburrato da 18 cm di diametro.
Trasferire in forno preriscaldato a 180° e cuocere per 40 minuti

Per la glassa
Spremere il succo di 3 limoni e aggiungere 80 g di zucchero. Miscelare e versare sulla torta ancora calda




Finger eggs sandwich

Ingredienti per 6 fingers
6 fette di pane in cassetta
2 uova sode
50 g di maionese
1 cucchiaino di senape
1 pizzico di pepe
50 g di cheese cream
50 g di burro
buccia grattugiata di 1 arancia




Tagliare a dadini le uova sode, aggiungere la maionese, la senape e il pepe e amalgamare delicatamente, giusto il tempo di velare i pezzetti di uovo.
Lavorare il burro a pomata, aggiungere il formaggio e la buccia di arancia. Con questa crema spalmare le fette di pane e distribuire su tre fette le uova. Chiudere con l'altra fetta, eliminare la crosta e dividere ogni sandwich a metà




9 commenti:

  1. Ci sarebbe un ordine da rispettare, fra le ricette che arrivano all'mtc...ma sto mandando tutto a ramengo e non è il caso che stia qui a spiegarti il perchè. Il mio cuore è tutto in questa trappola golosa (mai nome fu più profetico...), nell'atmosfera unica che si respira in queste pagine,la cui ricchezza si misura dalla profondità del vuoto che hai lasciato. E lo so si, che normalmente avresti anche piantato il tè :) ma ti assicuro che quando ci si chiama Antonietta e quando si è la persona che sei, la cuoca che sei, il pezzo di MTChallenge che sei, andrebbero bene anche due merendine. Che diventerebbero magiche, per il tocco magico che è tuo e solo tuo. E che vedo nella "realtà" di un post che ci mette di fronte alla meraviglia di una vita vera, di un servizio che si usa tutti i giorni, di una cucina che si fa tutti i giorni, di una bravura eccezionale che non ha bisogno di photoshop o di altri inganni per manifestarsi con la naturalezza di chi ha abilità nelle mani e ricchezza trasbordante nel cuore. Sei l'esempio di quello che avrei voluto che fosse il web e di come vorrei che restasse l'MTC, Non andare più via, ti prego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io una sola cosa vorrei avere dalla vita: la capacità di poter rispondere ai tuoi commenti usando la stessa profondità di espressione e lo stesso modo di scrivere che hai tu, per poter trasformare in parole tutto quello che susciti in me.
      Ma sono incapace

      Elimina
  2. È bello rileggerti, cara Antonietta. Sottoscrivo quanto detto da Ale e ti mando un forte abbraccio di BENTORNATA!!!

    RispondiElimina
  3. Posso solo immaginare lo sforzo che ti é costato ritagliarti questo spazio di tempo da dedicare a questa gara e so anche che lo hai fatto con il cuore, perché tu di quello sei fatta.
    Manchi, cara Antonietta, manchi tanto ma sono felice della svolta che hai fatto, spero ti porti tutte le soddisfazioni che meriti.
    E grazie infinite per aver partecipato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Valeria per la bella sfida che ci hai proposto

      Elimina
  4. Ciao, molto buona mi sono unita ai tuoi follower se vuoi seguirmi anche tu su https://michelaencuisine.blogspot.it grazie

    RispondiElimina
  5. Sarà modesto ma io adoro questo servizio da thè e vorrei tanto in questo momento essere li con te per un tea time di chiacchiere e delizie!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  6. Non c’è che dire, il tuo articolo fa proprio venire l’acquolina in bocca, e le foto sono molto invitanti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...